Discussion:
richiesta di info su python
(too old to reply)
unknown
2012-06-26 15:04:20 UTC
Permalink
Ciao a tutti sono Alessandro,
sono nuovo e sto' cercando di imparare Python provengo da visual basic ed ero abituato quindi a sviluppare software ad interfaccia grafica.
Con python sto' avendo un sacco di problemi ho bisogno di creare un programa ad interfaccia grafica multi piattaforma.
esiste un libro semplicissimo che spiega passo per passo la programmazione di python fino alla compilazione e all' utilizzo di interfacce grafiche? esistano dei ritrovi per corsi di presentazione in Toscana?
vi ringrazio per il vostro aiuto by Alex
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120626/ed0a1e64/attachment.html>
unknown
2012-06-26 15:10:23 UTC
Permalink
Post by unknown
Ciao a tutti sono Alessandro,
sono nuovo e sto' cercando di imparare Python provengo da visual basic ed
ero abituato quindi a sviluppare software ad interfaccia grafica.
Con python sto' avendo un sacco di problemi ho bisogno di creare un
programa ad interfaccia grafica multi piattaforma.
esiste un libro semplicissimo che spiega passo per passo la programmazione
di python fino alla compilazione e all' utilizzo di interfacce grafiche?
esistano dei ritrovi per corsi di presentazione in Toscana?
vi ringrazio per il vostro aiuto by Alex
ciao Alex,
ti consiglio il libro di Marco Beri edito da Apogeo: parte dalle basi ed
arriva fino allo sviluppo di programmi ad interfaccia grafica basati su
wxPython

Buono studio e non farti problemi a chiedere se hai difficoltà,
Marco De Paoli
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120626/834d7798/attachment-0001.html>
unknown
2012-06-26 15:23:07 UTC
Permalink
Post by unknown
ti consiglio il libro di Marco Beri edito da Apogeo: parte dalle basi ed
arriva fino allo sviluppo di programmi ad interfaccia grafica basati su
wxPython
E va beh, ma tu subito metti in campo il nostro nume ispiratore (che
sieda per sempre alla destra del benevolo tiranno)

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-26 15:19:14 UTC
Permalink
Post by unknown
Ciao a tutti sono Alessandro,
Ciao Alessandro e benvenuto
Post by unknown
sono nuovo e sto' cercando di imparare Python provengo da visual basic ed
ero abituato quindi a sviluppare software ad interfaccia grafica.
Errore. Eri abituato (io ho usato VB dalla mitica 1.0) ad eventi,
usando un IDE che ti genera iin maniera visuale la maschera, e poi ti
limiti ad interagire con gli eventi. Esattamente quello che faceva il
C++ Builder, o Deplhi o altri IDE integrati.

Con Python devi fare prima di tutto una scelta (per evitare poi di
incasinarti). In pratica mentre m$ ti offre una sola strada (la sua)
di fare le cose, python che e' molto piu' democratitco, te ne offre
tante.

Il linguaggio ingloba TK, che e' una libreria per generare interfacce.
E' datata e poco amichevole e non ci sono (che io sappia) grandi IDE.
Va bene se devi fare al volo qualche interfaccina piu' o meno grafica.

Esistono 3 grandi librerie (a dire il vero sono wrapper, ovvero pezzi
di codice che ti permettono di usare librerie del potentissimo C++, ma
questo oranon conta) grafiche e precisamente:

QT
GTK
WxPython

Ciascuna ha pregi e difetti. Comsi' come sostenitori e detrattori. Io
non mi pronuncio, che di scatenare una Holy War non ho voglia. :)

http://ojs.pythonpapers.org/index.php/tpp/article/view/61

A questo link puoi trovare (ma se googli un poco ne troverai a pacchi)
una comparazione tra le 4 librerie citate.

Io ti consiglio di tenere presente due cose:

1. Se per la libreria che scegli esiste un IDE che ti soddisfi (ad es
Boa Constructor per WxPython, Glade per pyGTK, Eric (se ricordo bene)
per PyQT). Se l'IDE e' scomodo poi non lo usi. Non che sia un male
programmare senza (il 90% del web e' fatto da pagine NON scritte con
editor, il restante 10% scritto con Front Page non se lo filano
neppure i creatori delle stesse), pero' se vuoi usarloi e' meglio che
sia per te user friendly. Scordati comunque integrazioni spinte stile
Visual Studio. Python ti lascia sempre il controllo di quel che fai.
Non come Dreamweaver ad esempio.

2. Se con quale libreria ti trovi meglio. Sono simili come logica
(sempre un loop di eventi) ma a volte una simtassi puo' essere meglio
di un'altra.

Puoi anche provare a dare una occhiarta a kivy (http://kivt.org) che
e' un framework (non ha ide per ora) che pero' permette di scrivere in
python e poi far girare ovunque (pacchettizzando opportunamente anche
su iOS e Android (e penso Windows8).

Questo sempre che ti servano applicazioni legacy (moltissimi usano
ormai il web). In caso volessi fare web apps invece dimmelo che ti
elenco i principali framework python.

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-26 15:38:44 UTC
Permalink
Direi che non c'e' più niente da dire ... hai fatto una panoramica
dettagliata di tutto :)

porto solo la mia esperienza visto che arrivo da v6, c# con un backgroud
di desktop app..

la cosa che si avvicina di piu' a tutta quella roba e' Eric ..
utilizzando le librerie qt
http://eric-ide.python-projects.org/

ciao,
Matteo
Post by unknown
Post by unknown
Ciao a tutti sono Alessandro,
Ciao Alessandro e benvenuto
Post by unknown
sono nuovo e sto' cercando di imparare Python provengo da visual basic ed
ero abituato quindi a sviluppare software ad interfaccia grafica.
Errore. Eri abituato (io ho usato VB dalla mitica 1.0) ad eventi,
usando un IDE che ti genera iin maniera visuale la maschera, e poi ti
limiti ad interagire con gli eventi. Esattamente quello che faceva il
C++ Builder, o Deplhi o altri IDE integrati.
Con Python devi fare prima di tutto una scelta (per evitare poi di
incasinarti). In pratica mentre m$ ti offre una sola strada (la sua)
di fare le cose, python che e' molto piu' democratitco, te ne offre
tante.
Il linguaggio ingloba TK, che e' una libreria per generare interfacce.
E' datata e poco amichevole e non ci sono (che io sappia) grandi IDE.
Va bene se devi fare al volo qualche interfaccina piu' o meno grafica.
Esistono 3 grandi librerie (a dire il vero sono wrapper, ovvero pezzi
di codice che ti permettono di usare librerie del potentissimo C++, ma
QT
GTK
WxPython
Ciascuna ha pregi e difetti. Comsi' come sostenitori e detrattori. Io
non mi pronuncio, che di scatenare una Holy War non ho voglia. :)
http://ojs.pythonpapers.org/index.php/tpp/article/view/61
A questo link puoi trovare (ma se googli un poco ne troverai a pacchi)
una comparazione tra le 4 librerie citate.
1. Se per la libreria che scegli esiste un IDE che ti soddisfi (ad es
Boa Constructor per WxPython, Glade per pyGTK, Eric (se ricordo bene)
per PyQT). Se l'IDE e' scomodo poi non lo usi. Non che sia un male
programmare senza (il 90% del web e' fatto da pagine NON scritte con
editor, il restante 10% scritto con Front Page non se lo filano
neppure i creatori delle stesse), pero' se vuoi usarloi e' meglio che
sia per te user friendly. Scordati comunque integrazioni spinte stile
Visual Studio. Python ti lascia sempre il controllo di quel che fai.
Non come Dreamweaver ad esempio.
2. Se con quale libreria ti trovi meglio. Sono simili come logica
(sempre un loop di eventi) ma a volte una simtassi puo' essere meglio
di un'altra.
Puoi anche provare a dare una occhiarta a kivy (http://kivt.org) che
e' un framework (non ha ide per ora) che pero' permette di scrivere in
python e poi far girare ovunque (pacchettizzando opportunamente anche
su iOS e Android (e penso Windows8).
Questo sempre che ti servano applicazioni legacy (moltissimi usano
ormai il web). In caso volessi fare web apps invece dimmelo che ti
elenco i principali framework python.
Carlos
unknown
2012-06-27 08:55:50 UTC
Permalink
Post by unknown
QT
GTK
WxPython
Ciascuna ha pregi e difetti. Comsi' come sostenitori e detrattori. Io
non mi pronuncio, che di scatenare una Holy War non ho voglia. :)
http://ojs.pythonpapers.org/index.php/tpp/article/view/61
Come modestissima osservazione vorrei aggiungere che nel 2012 un'alternativa
possibile in un grandissimo numero di casi è un'interfaccia web.
Ovvero ti scrivi il codice lato server e per l'interfaccia utilizzi
html5.

Il vantaggio è che ti trovi la multiutenza da subito e impari
tecniche spendibili anche al di fuori di un ambito python.


G
unknown
2012-06-27 08:59:59 UTC
Permalink
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Post by unknown
Come modestissima osservazione vorrei aggiungere che nel 2012
un'alternativa
possibile in un grandissimo numero di casi è un'interfaccia web.
Ovvero ti scrivi il codice lato server e per l'interfaccia utilizzi
html5.
Il vantaggio è che ti trovi la multiutenza da subito e impari
tecniche spendibili anche al di fuori di un ambito python.
Ottima osservazione!

Non dimenticando inoltre che l'HTML5 permette anche di funzionare in
offline, quindi staccato dal web.

Ciao.
Marco.
P.S. Con un (bel) po' di attenzione da prestare all'application cache e
quant'altro:
http://www.alistapart.com/articles/application-cache-is-a-douchebag/
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/07be9ae0/attachment.html>
unknown
2012-06-27 09:15:35 UTC
Permalink
Post by unknown
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Come modestissima osservazione vorrei aggiungere che nel 2012 un'alternativa
possibile in un grandissimo numero di casi è un'interfaccia web.
Ovvero ti scrivi il codice lato server e per l'interfaccia utilizzi
html5.
Il vantaggio è che ti trovi la multiutenza da subito e impari
tecniche spendibili anche al di fuori di un ambito python.
Ottima osservazione!
Non dimenticando inoltre che l'HTML5 permette anche di funzionare in offline, quindi staccato dal web.
Ciao.
Marco.
P.S. Con un (bel) po' di attenzione da prestare all'application cache e quant'altro: http://www.alistapart.com/articles/application-cache-is-a-douchebag/
Ecco, sul fatto di lavorare offline ti confesso che non ci ho mai creduto.
Mi spiego: se lavorare significa accedere ad un database (e per me che
vivo di gestionali è un assioma) non è che una copia locale mi serva
molto. Ma forse ho una visione non abbastanza ampia del problema...

G
unknown
2012-06-27 09:23:13 UTC
Permalink
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Post by unknown
Ecco, sul fatto di lavorare offline ti confesso che non ci ho mai creduto.
Mi spiego: se lavorare significa accedere ad un database (e per me che
vivo di gestionali è un assioma) non è che una copia locale mi serva
molto. Ma forse ho una visione non abbastanza ampia del problema...
Beh, prova a pensare a tutti gli applicativi per gli agenti o qualunque
tipo di forza vendita tu voglia immaginare.

Fino a oggi la dicotomia web-desktop non è mai stata ricomponibile: o uno
sviluppava per il web (con tutti i relativi pro e contro), oppure per il
desktop (con opposti contro e pro).

Adesso questo non è più vero. Abbiamo realizzato un applicativo che
permette il reperimento di ordini (con tanto di firma fatta col dito dal
cliente sull'iPad e salvata nel web storage locale) che usa come
interfaccia il browser e si scarica ad ogni connessione attiva gli
aggiornamenti di listini, inviando contestualmente gli ordini raccolti.

E funziona :-)

Ciao.
Marco.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/0b35f46e/attachment.html>
unknown
2012-06-27 09:28:26 UTC
Permalink
2012/6/27 Marco Beri <marcoberi a gmail.com>
usa come interfaccia il browser e si scarica ad ogni connessione attiva
gli aggiornamenti di listini, inviando contestualmente gli ordini raccolti.
Dimenticavo: si scarica anche, se disponibile, la versione aggiornata di se
stessa :-)

Ciao.
Marco.
--
http://beri.it/ - Un blog
http://beri.it/i-miei-libri/ - Qualche libro
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/037e6951/attachment.html>
unknown
2012-06-27 09:33:10 UTC
Permalink
Ciao a tutti.
Per lavoro ho sviluppato parecchi software utilizzando il modulo PYGAME
e devo dire che non sono venuti niente male.
Ultimamente stiamo lavorando con monitor multitouch e vorrei inserire la
gestione del touch senza passare da Kivy o dal vecchio PyMT. E'
possibile gestire il mouse come touch in pygame considerando che Kivy
utilizza il motore pygame? In internet non trovo nulla, aiutatemi vi
prego !!!!
:)
Grazie
unknown
2012-06-27 14:01:04 UTC
Permalink
Beh, prova a pensare a tutti gli applicativi per gli agenti o qualunque tipo di forza vendita tu voglia immaginare.
Fino a oggi la dicotomia web-desktop non è mai stata ricomponibile: o uno sviluppava per il web (con tutti i relativi pro e contro), oppure per il desktop (con opposti contro e pro).
Adesso questo non è più vero. Abbiamo realizzato un applicativo che permette il reperimento di ordini (con tanto di firma fatta col dito dal cliente sull'iPad e salvata nel web storage locale) che usa come interfaccia il browser e si scarica ad ogni connessione attiva gli aggiornamenti di listini, inviando contestualmente gli ordini raccolti.
E funziona :-)
Si non ne dubito. Ma siamo nel 2012 e se dico a Siri 'Chiama mia moglie'
lui si collega con un mostruoso datacenter, manda la mia voce rende il comando
tradotto in qualche modo al mio telefono che compone il numero di mia moglie.

Quindi siamo online sempre e se sei in un incendio, prima
di scappare fai un tweet tanto per comunicarlo al mondo.

Offline ? Mi sa che è archeologia ;)

G
unknown
2012-06-27 14:07:39 UTC
Permalink
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Post by unknown
Offline ? Mi sa che è archeologia ;)
Giovanni,
ti racconto un nanetto veloce.

Un'azienda che si crede smart realizza per un cliente un applicativo di
raccolta ordini.
Il cliente è a Milano.
Gli utenti sono una cinquantina di agenti.
L'interfaccia è web.
La demo va benissimo.
I key user coinvolti a Milano erano contenti e soddisfatti.
L'applicazione viene data a tutti gli agenti sul loro iPad.
Dopo pochi mesi l'azienda che si credeva smart, se non vuole essere
linciata dagli agenti che lavorano in Sardegna, Sicilia, Liguria, Veneto
(segue lista di praticamente tutte le regioni, visto che anche in Lombardia
non sono tutte rose e fiori) realizza una versione che funziona anche in
offline.


Tu potrai anche dire che è archeologia, ma siamo in Italia. E siamo
disastrati. Leggi i giornali.
Tu prevedi che ci saranno grossi investimenti nelle infrastrutture di
comunicazione nei prossimi anni?

Sei un inguaribile ottimista :-)

Ciao.
Marco.
--
http://beri.it/ - Un blog
http://beri.it/i-miei-libri/ - Qualche libro
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/a4dc39b9/attachment.html>
unknown
2012-06-27 14:10:59 UTC
Permalink
Post by unknown
Tu potrai anche dire che è archeologia, ma siamo in Italia. E siamo
disastrati. Leggi i giornali.
Tu prevedi che ci saranno grossi investimenti nelle infrastrutture di
comunicazione nei prossimi anni?
Sei un inguaribile ottimista :-)
Ciao.
OT
un mio cliente si occupa di "gestire soldi" per queste benedette
infrastrutture web 2.0 / wired-italia-magazine-fighette
io posso solo dirti che con l'importo che ho visto passare come
recente assegnazione a certe imprese che sulla carta dicono di creare
infrastrutture di tlc, ci potremmo realizzare non una ma tre reti di
satelliti geostazionari...
--
Calogero Bonasia

"in secundis rebus amici nos cognoscunt,
in adversis ipsi amicos cognoscimus"
unknown
2012-06-27 20:17:34 UTC
Permalink
Post by unknown
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Offline ? Mi sa che è archeologia ;)
Giovanni,
ti racconto un nanetto veloce.
Un'azienda che si crede smart realizza per un cliente un applicativo di raccolta ordini.
Il cliente è a Milano.
Gli utenti sono una cinquantina di agenti.
L'interfaccia è web.
La demo va benissimo.
I key user coinvolti a Milano erano contenti e soddisfatti.
L'applicazione viene data a tutti gli agenti sul loro iPad.
Dopo pochi mesi l'azienda che si credeva smart, se non vuole essere linciata dagli agenti che lavorano in Sardegna, Sicilia, Liguria, Veneto (segue lista di praticamente tutte le regioni, visto che anche in Lombardia non sono tutte rose e fiori) realizza una versione che funziona anche in offline.
Tu potrai anche dire che è archeologia, ma siamo in Italia. E siamo disastrati. Leggi i giornali.
Tu prevedi che ci saranno grossi investimenti nelle infrastrutture di comunicazione nei prossimi anni?
Sei un inguaribile ottimista :-)
Lo confermo, sono ottimista :)

Però con applicazioni fortemente client basta una connettività minima
in modo da non essere completamente offline. Mi spiego: se devo prendere
degli ordini dal cliente e la mia applicazione è strutturata bene,
una volta dal cliente mi basterà una chiamata per prendere i dati del cliente
aggiornati (compreso l'insoluto registrato 10 minuti prima) diciamo 20 kb ?
Poi il listino va bene basato su uno storage locale ma al momento di
registrare l'ordine una chiamata mi darà la disponibilità e gli eventuali
tempi di approvvigionamento (anche qui un paio di kb).
Alla registrazione dell'ordine altra chiamata che scrive immediatamente,
assegna un numero d'ordine univoco ed è immediatamente in lavorazione.

Cioè voglio dire che per me questo è essere al 99% offline ma avere i
benefici di dati in tempo reale. E a mia esperienza diretta anche con una EDGE
è fattibilissimo.

Ma del resto la prima valigetta per venditori (di cosmetici) che realizzavamo
era basata su questo : Loading Image...
e usava un accoppiatore acustico da 600 / 1200 baud. Beh capisci che
una EDGE in confronto è un'autostrada :D

In ogni caso, per chi volesse seguire la strada di applicativo web
invece di GUI tradizionale, tenere inizialmente le cose semplici
e immaginare che il server ci sia sempre può aiutare :)

G
unknown
2012-06-28 06:48:53 UTC
Permalink
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Post by unknown
Lo confermo, sono ottimista :)
:-)
Post by unknown
Però con applicazioni fortemente client basta una connettività minima
in modo da non essere completamente offline. Mi spiego: se devo prendere
degli ordini dal cliente e la mia applicazione è strutturata bene,
una volta dal cliente mi basterà una chiamata per prendere i dati del cliente
aggiornati (compreso l'insoluto registrato 10 minuti prima) diciamo 20 kb ?
Poi il listino va bene basato su uno storage locale ma al momento di
registrare l'ordine una chiamata mi darà la disponibilità e gli eventuali
tempi di approvvigionamento (anche qui un paio di kb).
Alla registrazione dell'ordine altra chiamata che scrive immediatamente,
assegna un numero d'ordine univoco ed è immediatamente in lavorazione.
Cioè voglio dire che per me questo è essere al 99% offline ma avere i
benefici di dati in tempo reale. E a mia esperienza diretta anche con una EDGE
è fattibilissimo.
Onestamente mi pare molto ma molto ma molto "kludgy".

Dovremmo spiegare agli utenti "la mattina quando uscite per andare dal
vostro cliente, ricordatevi di accendere l'iPad appena usciti e, se trovate
uno spot attivo, vi fermate e scaricate la pagina aggiornata, poi non fate
nulla fino a che siete dal cliente, che non si sa mai. Se non trovate uno
spot attivo fate un giro lungo finché non lo trovate. Quando siete dal
cliente inserite i dati ma non premete invio se non c'è la connessione. La
pagina è molto lunga perché abbiamo dovuto far stare tutti i prodotti dei
diversi listini in un solo punto ma non preoccupatevi, basta che appunto
non premete invio. E ovviamente, mi straraccomando, non premete nemmeno
Back! Poi appena lo salutate, cercate uno spot per inviare l'ordine. Magari
però, appena compilata tutta la pagina, fate uno screenshot che se vi si
spegne l'ipad perdete i dati dell'ordine. Se avete lo screenshop almeno
potete reinserirli voi a mano. Ah, visto che la pagina, come vi dicevo
prima, è lunga fate uno screenshot di ogni sottoschermata...".

Ecco, io credo che avremmo perso il cliente... :-)

E quindi o non ho capito cosa intendevi (cosa possibile ovviamente) oppure
no, non è per niente fattibilissimo.
Post by unknown
Ma del resto la prima valigetta per venditori (di cosmetici) che realizzavamo
era basata su questo : http://it.wikipedia.org/wiki/File:Epson-hx-20.jpg
e usava un accoppiatore acustico da 600 / 1200 baud. Beh capisci che
una EDGE in confronto è un'autostrada :D
In ogni caso, per chi volesse seguire la strada di applicativo web
invece di GUI tradizionale, tenere inizialmente le cose semplici
e immaginare che il server ci sia sempre può aiutare :)
Questo lo sottoscrivo. Ma la mia iniziale era solo una nota a supporto
dell'interfaccia.

Ciao.
Marco.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120628/6ea9d5a1/attachment-0001.html>
unknown
2012-06-28 07:24:42 UTC
Permalink
2012/6/28 Marco Beri <marcoberi a gmail.com>

Dovremmo spiegare agli utenti "la mattina quando uscite per andare dal
Post by unknown
vostro cliente, ricordatevi di accendere l'iPad appena usciti e, se trovate
uno spot attivo, vi fermate e scaricate la pagina aggiornata, poi non fate
nulla fino a che siete dal cliente, che non si sa mai. Se non trovate uno
spot attivo
[...]
mano. Ah, visto che la pagina, come vi dicevo prima, è lunga fate uno
Post by unknown
screenshot di ogni sottoschermata...".
La maggior parte degli utenti di sistemi ERP non ci troverebbe nulla di
strano.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120628/b85ff354/attachment.html>
unknown
2012-06-28 07:25:53 UTC
Permalink
2012/6/28 Marco Mariani <birbag a gmail.com>
Post by unknown
2012/6/28 Marco Beri <marcoberi a gmail.com>
Dovremmo spiegare agli utenti "la mattina quando uscite per andare dal
Post by unknown
vostro cliente, ricordatevi di accendere l'iPad appena usciti e, se trovate
uno spot attivo, vi fermate e scaricate la pagina aggiornata, poi non fate
nulla fino a che siete dal cliente, che non si sa mai. Se non trovate uno
spot attivo
[...]
mano. Ah, visto che la pagina, come vi dicevo prima, è lunga fate uno
Post by unknown
screenshot di ogni sottoschermata...".
La maggior parte degli utenti di sistemi ERP non ci troverebbe nulla di
strano.
LOL :-)

Ciao.
Marco.
--
http://beri.it/ - Un blog
http://beri.it/i-miei-libri/ - Qualche libro
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120628/e5ab2085/attachment.html>
unknown
2012-06-28 07:37:58 UTC
Permalink
Dovremmo spiegare agli utenti "la mattina quando uscite per andare dal vostro cliente, ricordatevi di accendere l'iPad appena usciti e, se trovate uno spot attivo, vi fermate e scaricate la pagina aggiornata, poi non fate nulla fino a che siete dal cliente, che non si sa mai. Se non trovate uno spot attivo fate un giro lungo finché non lo trovate. Quando siete dal cliente inserite i dati ma non premete invio se non c'è la connessione. La pagina è molto lunga perché abbiamo dovuto far stare tutti i prodotti dei diversi listini in un solo punto ma non preoccupatevi, basta che appunto non premete invio. E ovviamente, mi straraccomando, non premete nemmeno Back! Poi appena lo salutate, cercate uno spot per inviare l'ordine. Magari però, appena compilata tutta la pagina, fate uno screenshot che se vi si spegne l'ipad perdete i dati dell'ordine. Se avete lo screenshop almeno potete reinserirli voi a mano. Ah, visto che la pagina, come vi dicevo prima, è lunga fate uno screenshot di ogni sottoschermata...".
No Marco... sono stato davvero poco chiaro.
Intendevo dire che se la richiesta della connettività è molto
molto modesta (cioè la copertura cellulare è solo da
edge) si può lavorare online anche in condizioni di scarsa
connettività Ma sempre e comunque in tempo reale.
Se poi esistono zone di italia a copertura cellulare pari a zero
allora concordo: bisogna lavorare offline.
O magari usare i buon vecchio copia commissione cartaceo
tanto in quelle sperdute contrade se arrivi con l'iPad
ti scambiano per uno stregone.
Comunque forse davvero dovrei girare di più perchè
ero convinto che la copertura cellulare fosse (al meno
al livello edge) pressochè totale.

Ci sono poi dei dettagli che non ho capito nella tua risposta,
dettagli tecnici intendo: "La pagina è molto lunga perché abbiamo dovuto far stare tutti i prodotti dei
diversi listini in un solo punto ma non preoccupatevi, basta che appunto non premete invio."
Per mantenere dei listini in memoria e mostrarli con fantastici widget
mica è neccessario fare pagine chilometriche vero ?
O siamo ancora alle pagine HTML pure ?
Cioè la mia affermazione sul fatto di lavorare online non significa
carico una pagina SOLA ed uso sempre quella perchè il server non
c'è. Esiste la costruzione lato client, le pagine si possono
modificare al volo e si può fare tutto quello che si vuole
offline.

L'unica cosa che non si può fare è sapere se ci sono
ancora gli ultimi 3 pezzi di Foograss O se il cliente ci ha appena fatto un insoluto
di 1000 euro. Per quello ci vuole o la connettività
o la classica "Permette una telefonata in sede (sa il cellulare qui non prende) "
per sapere la disponibilità o la situazione creditizia.

Va bene siamo andando tropppppooooo OT :D


Buona giornata


G
unknown
2012-06-28 07:41:52 UTC
Permalink
Post by unknown
Foograss
Per chi non lo sapesse...

http://www.urbandictionary.com/define.php?term=foograss
unknown
2012-06-28 08:13:05 UTC
Permalink
Post by unknown
Comunque forse davvero dovrei girare di più perchè
ero convinto che la copertura cellulare fosse (al meno
al livello edge) pressochè totale.
Infatti lo è quasi, il 90% del territorio nazionale è coperto da segnale
GSM (a cui è associato generalmente il servizio GPRS e EDGE).

Alcuni operatori raggiungono anche percentuali maggiori >95 ma non
sempre il segnale è buono per poter permettere lo scambio dati.

Discorso differente riguarda il segnale high-speed dove le licenze
specificano condizioni differenti di copertura basata su percentuali di
popolazione e non vincoli su percentuali di territorio.

Per quanto riguarda la copertura effettiva è tutto un altro discorso,
con i limiti stringenti sulle emissioni e le zone "impervie" sono molto
penalizzate, senza dimenticare gallerie, ponti, sottopassaggi e aree
boschive. :)
--
Valerio De Carolis - http://www.decabyte.it

"To invent an airplane is nothing. To build an airplane is something.
But to fly ... is everything. - Ferdinand Ferber"
unknown
2012-06-28 08:25:15 UTC
Permalink
2012/6/28 Valerio De Carolis <v.decarolis a yahoo.it>
Post by unknown
Post by unknown
Comunque forse davvero dovrei girare di più perchè
ero convinto che la copertura cellulare fosse (al meno
al livello edge) pressochè totale.
Infatti lo è quasi, il 90% del territorio nazionale è coperto da segnale
GSM (a cui è associato generalmente il servizio GPRS e EDGE).
E non dimentichiamo che ci sono i viaggi in aereo, i clienti che stanno in
un seminterrato e non ti vogliono dare l'accesso wi-fi, ecc.

Insomma, siamo ancora lontani dall'avere tutto su cloud e una periferica
stupida per accedervi.

Una sorta di cache locale serve e, a mio parere, servirà ancora a lungo.

Ciao.
Marco.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120628/0389608a/attachment-0001.html>
unknown
2012-06-28 10:32:21 UTC
Permalink
Post by unknown
2012/6/28 Valerio De Carolis <v.decarolis a yahoo.it
<mailto:v.decarolis a yahoo.it>>
Post by unknown
Comunque forse davvero dovrei girare di più perchè
ero convinto che la copertura cellulare fosse (al meno
al livello edge) pressochè totale.
Infatti lo è quasi, il 90% del territorio nazionale è coperto da segnale
GSM (a cui è associato generalmente il servizio GPRS e EDGE).
E non dimentichiamo che ci sono i viaggi in aereo, i clienti che
stanno in un seminterrato e non ti vogliono dare l'accesso wi-fi, ecc.
Insomma, siamo ancora lontani dall'avere tutto su cloud e una
periferica stupida per accedervi.
Una sorta di cache locale serve e, a mio parere, servirà ancora a lungo.
posso aggiungere che servirà sempre !!!
Post by unknown
Ciao.
Marco.
_______________________________________________
Python mailing list
Python a lists.python.it
http://lists.python.it/mailman/listinfo/python
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120628/2da6ce6d/attachment.html>
unknown
2012-06-28 20:58:05 UTC
Permalink
Post by unknown
Una sorta di cache locale serve e, a mio parere, servirà ancora a lungo.
Conscordo. Infatti sto sempre piu' guardando kivy con interesse. ANche
perche' permette di eseguire chiamate su web server ma genera delle
applicazioni e non delle webapp.

Pero' fino a che non ci avro' fatto un progettino decente non posso
dire nulla sull'affidabilita'. Se qualcuno ha esperienza sarebbe cosa
gradita sentire pareri di vita vissuta.

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-28 08:32:42 UTC
Permalink
2012/6/28 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Post by unknown
No Marco... sono stato davvero poco chiaro.
Intendevo dire che se la richiesta della connettività è molto
molto modesta (cioè la copertura cellulare è solo da
edge) si può lavorare online anche in condizioni di scarsa
connettività Ma sempre e comunque in tempo reale.
Se poi esistono zone di italia a copertura cellulare pari a zero
allora concordo: bisogna lavorare offline.
Ah! Allora ok, tutto chiaro.
Post by unknown
O magari usare i buon vecchio copia commissione cartaceo
tanto in quelle sperdute contrade se arrivi con l'iPad
ti scambiano per uno stregone.
Non era assolutamente fattibile visto che la prima, primissima cosa che mi
hanno chiesto è stata letteralmente "spendiamo un sacco in copie
commissioni cartacee, tra stampe e tenerle aggiornate, voi avete una
soluzione per farle sparire?"

Comunque forse davvero dovrei girare di più perchè
Post by unknown
ero convinto che la copertura cellulare fosse (al meno
al livello edge) pressochè totale.
Sigh... purtroppo era quello che pensava anche l'azienda cosiddetta "smart"
(noi) quando ha fatto la prima versione del programma.

La realtà dei fatti ha sorpreso noi per primi.
Post by unknown
Ci sono poi dei dettagli che non ho capito nella tua risposta,
dettagli tecnici intendo: "La pagina è molto lunga perché abbiamo dovuto
far stare tutti i prodotti dei
diversi listini in un solo punto ma non preoccupatevi, basta che appunto
non premete invio."
Per mantenere dei listini in memoria e mostrarli con fantastici widget
mica è neccessario fare pagine chilometriche vero ?
Era solo una iperbole, ovviamente abbiamo usato dei tab multipli, ma la
sostanza di dover fare uno screenshot per ogni tab rimarrebbe.
Post by unknown
O siamo ancora alle pagine HTML pure ?
Cioè la mia affermazione sul fatto di lavorare online non significa
Post by unknown
carico una pagina SOLA ed uso sempre quella perchè il server non
c'è. Esiste la costruzione lato client, le pagine si possono
modificare al volo e si può fare tutto quello che si vuole
offline.
Certo, certo. Ripeto, era solo per fare un esempio. Siamo anche noi sul
pezzo con jQuery et simili (apropos jQuery Mobile è s-p-a-z-i-a-l-e).

L'unica cosa che non si può fare è sapere se ci sono
Post by unknown
ancora gli ultimi 3 pezzi di Foograss O se il cliente ci ha appena fatto un insoluto
di 1000 euro. Per quello ci vuole o la connettività
o la classica "Permette una telefonata in sede (sa il cellulare qui non prende) "
per sapere la disponibilità o la situazione creditizia.
:-)
Post by unknown
Va bene siamo andando tropppppooooo OT :D
Io credo che in questo thread ci siano tantissimi spunti interessanti per
molti che non hanno affrontato sul campo questi problemi.

Noi siamo due vecchie volpi (o dovrei dire vecchie carcasse?) e magari
qualcuno può trarre spunto dalla nostra esperienza.

E al limite ci zittiranno come hanno provato inutilmente a fare ieri :-)

Ciao.
Marco.
--
http://beri.it/ - Un blog
http://beri.it/i-miei-libri/ - Qualche libro
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120628/2f3ed2f1/attachment.html>
unknown
2012-06-28 08:39:05 UTC
Permalink
Post by unknown
Io credo che in questo thread ci siano tantissimi spunti interessanti per
molti che non hanno affrontato sul campo questi problemi.
Assolutamente sì!

Noi siamo due vecchie volpi (o dovrei dire vecchie carcasse?) e magari
Post by unknown
qualcuno può trarre spunto dalla nostra esperienza.
Assolutamente sì!

E al limite ci zittiranno
Assolutamente no!!!

:-)

Marco
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120628/cab4b318/attachment.html>
unknown
2012-06-28 09:46:46 UTC
Permalink
Certo, certo. Ripeto, era solo per fare un esempio. Siamo anche noi sul pezzo con jQuery et simili (apropos jQuery Mobile è s-p-a-z-i-a-l-e).
L'unica cosa che non si può fare è sapere se ci sono
ancora gli ultimi 3 pezzi di Foograss O se il cliente ci ha appena fatto un insoluto
di 1000 euro. Per quello ci vuole o la connettività
o la classica "Permette una telefonata in sede (sa il cellulare qui non prende) "
per sapere la disponibilità o la situazione creditizia.
:-)
Va bene siamo andando tropppppooooo OT :D
Io credo che in questo thread ci siano tantissimi spunti interessanti per molti che non hanno affrontato sul campo questi problemi.
Noi siamo due vecchie volpi (o dovrei dire vecchie carcasse?) e magari qualcuno può trarre spunto dalla nostra esperienza.
E al limite ci zittiranno come hanno provato inutilmente a fare ieri :-)
Sempre OT ma sempre interessante... Hai fatto prove con phonegap ? Se sì cosa ne pensi ?

E poi mi piacerebbe, adesso che abbiamo fatto esperienza con l'ormai ipertrofico
Europython, organizzare dei mini incontri per scambiare idee su queste tecnologie
che ci cambiano sotto il naso ogni ora.
Cioè una giornata di chiacchiere sulle tecnologie web più aggiornate (viste sempre
nell'ottica python naturalmente ;) )
E poi prima o poi mi piacerebbe incontrarci per vedere questa applicazione e magari
capire come degli artigiani del software potrebbero darsi una mano a vicenda :)


Grazie per la bella chiacchierata e ritorno alla dura relatà

G
unknown
2012-06-28 09:59:29 UTC
Permalink
2012/6/28 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Post by unknown
Sempre OT ma sempre interessante... Hai fatto prove con phonegap ? Se sì cosa ne pensi ?
Mai usato (sinora). Non è una brutta idea, per niente.
Ho solo un po' paura di andare a sbattere contro situazioni come questa:
http://stackoverflow.com/questions/9671310/phonegap-1-4-1-storage-not-working-anymore-with-ios-5-1

E ai clienti puoi dire finché vuoi "non è colpa di Phonegap ma
dell'aggiornamento di IOS".
Vero è che un aggiornamento di IOS può spaccare anche il tuo di codice...
Post by unknown
E poi prima o poi mi piacerebbe incontrarci per vedere questa applicazione e magari
capire come degli artigiani del software potrebbero darsi una mano a vicenda :)
Eh, vero. Lo dici da tanto e non è una brutta idea.

Grazie per la bella chiacchierata e ritorno alla dura relatà
:-)

Ciao.
Marco.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120628/89890013/attachment.html>
unknown
2012-06-27 14:25:02 UTC
Permalink
Il giorno 27 giugno 2012 16:01, Giovanni Porcari <
Post by unknown
Quindi siamo online sempre e se sei in un incendio, prima
di scappare fai un tweet tanto per comunicarlo al mondo.
Questa la so da dove l'hai presa... ;-)
Post by unknown
Offline ? Mi sa che è archeologia ;)
Siamo un tantinello OT, ma mi viene da dirti: MAGARI!!! Vorrei tanto che
fosse così, ma la situazione è molto diversa ed anche in zone
insospettabili (riviera Romagnola) ci sono veri e proprio coni d'ombra.
Siamo nel 2012 ed ho visto coi miei occhi aziende accedere al madre di
tutte le reti attraverso modem analogici a 56K.

Mi vengono ancora i brividi solo a pensarci...

Cya
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/f0582e3b/attachment.html>
unknown
2012-06-27 15:26:01 UTC
Permalink
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Post by unknown
Offline ? Mi sa che è archeologia ;)
prova a dirlo a gli operatori umanitari, che in africa non riescono a
connettersi :-D
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/9003cd29/attachment.html>
unknown
2012-06-27 15:30:54 UTC
Permalink
secondo me siete andati fuori tema e le liste non servono per
colloquiare, ma per discutere tecnicamente. Per il chatting ci sono
altri strumenti.
Post by unknown
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it
<mailto:giovanni.porcari a softwell.it>>
Offline ? Mi sa che è archeologia ;)
prova a dirlo a gli operatori umanitari, che in africa non riescono a
connettersi :-D
_______________________________________________
Python mailing list
Python a lists.python.it
http://lists.python.it/mailman/listinfo/python
--
==========================================
Spina Giovanni Vittorio
email: vittorio.spina a gmail.com
------------------------------------------
mobile: +39 389 15 24 211
==========================================

:: AVVISO PRIVACY
= = = = = = = = = = = = = = = = = = = =
Il contenuto della presente e-mail ed i suoi allegati,
sono diretti esclusivamente al destinatario e devono
ritenersi riservati, con divieto di diffusione o di uso
non conforme alle finalità per le quali la presente e-mail
è stata inviata.
Pertanto, ne è vietata la diffusione e la comunicazione
da parte di soggetti diversi dal destinatario, ai sensi degli
artt. 616 e ss. c.p. e D.lgs n. 196/03 Codice Privacy.

Se la presente e-mail ed i suoi allegati sono stati ricevuti
per errore, siete pregati di distruggere quanto ricevuto e
di informare il mittente al seguente recapito:
Mailto:vittorio.spina a gmail.com
==========================================

-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/3d9afe7b/attachment-0001.html>
unknown
2012-06-27 15:37:39 UTC
Permalink
2012/6/27 Vittorio Spina <vittorio.spina a gmail.com>
Post by unknown
secondo me siete andati fuori tema e le liste non servono per
colloquiare, ma per discutere tecnicamente. Per il chatting ci sono altri
strumenti.
Secondo me non hai quotato bene, hai un disclaimer inutile e, soprattutto,
hai perso un'occasione per non capire che esistono le eccezioni alle regole
(e questa discussione per certo lo è).

Ciao.
Marco.
--
http://beri.it/ - Un blog
http://beri.it/i-miei-libri/ - Qualche libro
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/c711c5ed/attachment.html>
unknown
2012-06-27 15:41:02 UTC
Permalink
secondo me stai calmino!
Post by unknown
2012/6/27 Vittorio Spina <vittorio.spina a gmail.com
<mailto:vittorio.spina a gmail.com>>
secondo me siete andati fuori tema e le liste non servono per
colloquiare, ma per discutere tecnicamente. Per il chatting ci
sono altri strumenti.
Secondo me non hai quotato bene, hai un disclaimer inutile e,
soprattutto, hai perso un'occasione per non capire che esistono le
eccezioni alle regole (e questa discussione per certo lo è).
Ciao.
Marco.
--
http://beri.it/ - Un blog
http://beri.it/i-miei-libri/ - Qualche libro
_______________________________________________
Python mailing list
Python a lists.python.it
http://lists.python.it/mailman/listinfo/python
--
==========================================
Spina Giovanni Vittorio
email: vittorio.spina a gmail.com
==========================================

:: AVVISO PRIVACY
= = = = = = = = = = = = = = = = = = = =
Il contenuto della presente e-mail ed i suoi allegati,
sono diretti esclusivamente al destinatario e devono
ritenersi riservati, con divieto di diffusione o di uso
non conforme alle finalità per le quali la presente e-mail
è stata inviata.
Pertanto, ne è vietata la diffusione e la comunicazione
da parte di soggetti diversi dal destinatario, ai sensi degli
artt. 616 e ss. c.p. e D.lgs n. 196/03 Codice Privacy.

Se la presente e-mail ed i suoi allegati sono stati ricevuti
per errore, siete pregati di distruggere quanto ricevuto e
di informare il mittente al seguente recapito:
Mailto:vittorio.spina a gmail.com
==========================================

-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/dc3419bd/attachment.html>
unknown
2012-06-27 15:45:58 UTC
Permalink
Post by unknown
secondo me stai calmino!
2012/6/27 Vittorio Spina <vittorio.spina a gmail.com>
secondo me siete andati fuori tema e le liste non servono per colloquiare,
ma per discutere tecnicamente. Per il chatting ci sono altri strumenti.
Secondo me non hai quotato bene, hai un disclaimer inutile e, soprattutto,
hai perso un'occasione per non capire che esistono le eccezioni alle regole
(e questa discussione per certo lo è).
Cartellino giallo ad entrambi, nessun problema per il thread, che
confermo interessante, ma per favore litigate in privato :P

©
--
  R
K-<M>-S
  L
unknown
2012-06-27 15:59:13 UTC
Permalink
2012/6/27 Carlo Miron <miron a python.it>
Post by unknown
Cartellino giallo ad entrambi, nessun problema per il thread, che
confermo interessante, ma per favore litigate in privato :P
Mi prendo e porto a casa il cartellino giallo (anche se credo immeritato) e
chiedo per piacere a tutti di terminare qui questo ramo secondario della
discussione.

Altrimenti veramente diventa un OT inutile.

Proseguiamo pure sulla questione dello storage, se c'è altro da
dire/chiedere/osservare/dubbiare.

In caso contrario, per me la cosa finisce qui :-)

Ciao.
Marco.
--
http://beri.it/ - Un blog
http://beri.it/i-miei-libri/ - Qualche libro
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/a466c519/attachment-0001.html>
unknown
2012-06-27 16:05:34 UTC
Permalink
finsce qui anche per me, piglio il cartellino, meritatissimo. Prendo
sia il mio che quello di Marco,in effetti sono stato precipitoso senza
motivo.
Marco, nessun problema, lo stai calmino era effettivamente forse un po'
troppo forte, ma come saprai a volte una giornata di amato python
finisce anche per "inviperirti" un po'; sempre serpenti sono! :D chiedo
venia!
La prossima volta spero di portare qualche contributo tecnico visto che
sono su python dalla mattina alla sera per portare a casa il pane!
VOI NEL FRATTEMPO AIUTATEMI A LEGGERE IL TOUCH CON PYGAME VI
PREGOOOOOOOOOOOO
( e qui faccio un altro illecito mischiando gli argomenti dei post) oggi
è meglio se spengo il pc e vado a casina da mia moglie :)
Buona serata (però con pygame come la leggo la touch list senza passare
da kivy?????)
Ciao
2012/6/27 Carlo Miron <miron a python.it <mailto:miron a python.it>>
Cartellino giallo ad entrambi, nessun problema per il thread, che
confermo interessante, ma per favore litigate in privato :P
Mi prendo e porto a casa il cartellino giallo (anche se credo
immeritato) e chiedo per piacere a tutti di terminare qui questo ramo
secondario della discussione.
Altrimenti veramente diventa un OT inutile.
Proseguiamo pure sulla questione dello storage, se c'è altro da
dire/chiedere/osservare/dubbiare.
In caso contrario, per me la cosa finisce qui :-)
Ciao.
Marco.
--
http://beri.it/ - Un blog
http://beri.it/i-miei-libri/ - Qualche libro
_______________________________________________
Python mailing list
Python a lists.python.it
http://lists.python.it/mailman/listinfo/python
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/f0038c2c/attachment.html>
unknown
2012-06-27 15:48:07 UTC
Permalink
2012/6/27 Vittorio Spina <vittorio.spina a gmail.com>:

caro Spina (nomen omen? [scherzo dai])
Post by unknown
secondo me stai calmino!
il buon pelat... errrr Marco ha ragione, quoti alla membro di segugio
e hai un disclaimer da arresto per scrivere in una ML, a volte gli OT
capitano e ne vengono fuori anche discorsi simpatici/interessanti,

Su questa lista non sono così frequenti, sta bravo dai.

at salut
--
Gian Mario Tagliaretti
GNOME Foundation member
gianmt a gnome.org
unknown
2012-06-27 15:53:09 UTC
Permalink
Post by unknown
secondo me stai calmino!
Vittorio, niente flame war o trolleggiamenti grazie. Marco si e'
espresso con toni civili ed educati, puoi non essere d'accordo ma non
iniziare a alazre il tono.

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-27 15:59:46 UTC
Permalink
Post by unknown
secondo me stai calmino!
Capisco possa sembrare importante, ma non sei necessariamente tenuto a
impersonare il tuo cognome sempre e comunque. ;-)

(Perdonatemi, lo so, colpo basso, ma qualcuno doveva pur dirlo! :-D )
--
Nicola Larosa - http://www.tekNico.net/

Scrivere libri in un formato proprietario che per di più dipende dallo
utilizzo non più di un solo software, ma di una specifica piattaforma
hardware significa consegnare il sapere umano a un?azienda che continua
a perseguire la strategia di dominio del pensiero in quanto tale teoriz-
zata e applicata dal suo defunto fondatore. - Andrea Monti, marzo 2012
unknown
2012-06-27 16:06:24 UTC
Permalink
:) l'accetto!
Post by unknown
Post by unknown
secondo me stai calmino!
Capisco possa sembrare importante, ma non sei necessariamente tenuto a
impersonare il tuo cognome sempre e comunque. ;-)
(Perdonatemi, lo so, colpo basso, ma qualcuno doveva pur dirlo! :-D )
--
==========================================
Spina Giovanni Vittorio
email: vittorio.spina a gmail.com
------------------------------------------
mobile: +39 389 15 24 211
==========================================

:: AVVISO PRIVACY
= = = = = = = = = = = = = = = = = = = =
Il contenuto della presente e-mail ed i suoi allegati,
sono diretti esclusivamente al destinatario e devono
ritenersi riservati, con divieto di diffusione o di uso
non conforme alle finalità per le quali la presente e-mail
è stata inviata.
Pertanto, ne è vietata la diffusione e la comunicazione
da parte di soggetti diversi dal destinatario, ai sensi degli
artt. 616 e ss. c.p. e D.lgs n. 196/03 Codice Privacy.

Se la presente e-mail ed i suoi allegati sono stati ricevuti
per errore, siete pregati di distruggere quanto ricevuto e
di informare il mittente al seguente recapito:
Mailto:vittorio.spina a gmail.com
==========================================
unknown
2012-06-27 16:07:45 UTC
Permalink
Tecnico ... che strana parola ..

fra di noi ce ne sono ????


:)))))))))))))))))))))))))))
Post by unknown
secondo me siete andati fuori tema e le liste non servono per
colloquiare, ma per discutere tecnicamente. Per il chatting ci sono
altri strumenti.
Post by unknown
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it
<mailto:giovanni.porcari a softwell.it>>
Offline ? Mi sa che è archeologia ;)
prova a dirlo a gli operatori umanitari, che in africa non riescono a
connettersi :-D
_______________________________________________
Python mailing list
Python a lists.python.it
http://lists.python.it/mailman/listinfo/python
--
==========================================
Spina Giovanni Vittorio
email: vittorio.spina a gmail.com
------------------------------------------
mobile: +39 389 15 24 211
==========================================
:: AVVISO PRIVACY
= = = = = = = = = = = = = = = = = = = =
Il contenuto della presente e-mail ed i suoi allegati,
sono diretti esclusivamente al destinatario e devono
ritenersi riservati, con divieto di diffusione o di uso
non conforme alle finalità per le quali la presente e-mail
è stata inviata.
Pertanto, ne è vietata la diffusione e la comunicazione
da parte di soggetti diversi dal destinatario, ai sensi degli
artt. 616 e ss. c.p. e D.lgs n. 196/03 Codice Privacy.
Se la presente e-mail ed i suoi allegati sono stati ricevuti
per errore, siete pregati di distruggere quanto ricevuto e
Mailto:vittorio.spina a gmail.com
==========================================
_______________________________________________
Python mailing list
Python a lists.python.it
http://lists.python.it/mailman/listinfo/python
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/5df6cb6e/attachment.html>
unknown
2012-06-27 16:11:50 UTC
Permalink
Post by unknown
Tecnico ... che strana parola ..
fra di noi ce ne sono ????
:)))))))))))))))))))))))))))
Boh, mai visti. ;-)
--
Nicola Larosa - http://www.tekNico.net/

The best place to store extra food is in your friend's stomach.
- African traditional, reported by Christopher Ryan, March 2012
unknown
2012-06-27 15:38:00 UTC
Permalink
Post by unknown
prova a dirlo a gli operatori umanitari, che in africa non riescono a
connettersi :-D
Oppure a quelli italiani che hanno lo stesso problema. La copertura
(compresa la rete 3G) del territorio e' di poco superiore al 65%.

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-27 20:40:52 UTC
Permalink
Post by unknown
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it
<mailto:giovanni.porcari a softwell.it>>
Ecco, sul fatto di lavorare offline ti confesso che non ci ho mai creduto.
Mi spiego: se lavorare significa accedere ad un database (e per me che
vivo di gestionali è un assioma) non è che una copia locale mi serva
molto. Ma forse ho una visione non abbastanza ampia del problema...
Beh, prova a pensare a tutti gli applicativi per gli agenti o qualunque
tipo di forza vendita tu voglia immaginare.
Fino a oggi la dicotomia web-desktop non è mai stata ricomponibile: o
uno sviluppava per il web (con tutti i relativi pro e contro), oppure
per il desktop (con opposti contro e pro).
Adesso questo non è più vero. Abbiamo realizzato un applicativo che
permette il reperimento di ordini (con tanto di firma fatta col dito dal
cliente sull'iPad e salvata nel web storage locale) che usa come
interfaccia il browser e si scarica ad ogni connessione attiva gli
aggiornamenti di listini, inviando contestualmente gli ordini raccolti.
E funziona :-)
La prima cosa a cui avrei pensato io era installare sul laptop di
ciascuno degli agenti un database PostgreSQL locale + application server
web locale.

Volendo, si può anche sviluppare una applicazione desktop
(riutilizzabile) che tramite webkit si connetta al server web, e
gestisca la logica offline/online e sincronizzazione.



Ciao Manlio
unknown
2012-06-27 20:49:36 UTC
Permalink
Il giorno 27/giu/2012, alle ore 22:41, Manlio Perillo
Post by unknown
La prima cosa a cui avrei pensato io era installare sul laptop di
ciascuno degli agenti un database PostgreSQL locale + application server web locale.
Erano iPad. L'ho scritto ;-)
Post by unknown
Volendo, si può anche sviluppare una applicazione desktop
(riutilizzabile) che tramite webkit si connetta al server web, e
gestisca la logica offline/online e sincronizzazione.
Certo, ma l'idea di non doversi occupare della software distribution
non è cosa da poco.

Ciao.
Marco.
unknown
2012-06-27 09:24:57 UTC
Permalink
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Post by unknown
Ecco, sul fatto di lavorare offline ti confesso che non ci ho mai creduto.
Mi spiego: se lavorare significa accedere ad un database (e per me che
vivo di gestionali è un assioma) non è che una copia locale mi serva
molto. Ma forse ho una visione non abbastanza ampia del problema...
Immagina lo scenario dove operatori "mobili" segnalano alcune cose,
non sempre sono "online", non solo potrebbero essere offline di loro
spontanea volontà, ma magari si trovano in alcune zone non coperte.

se vuoi farli lavorare, devi prevedere 2 modalità online/offline e
replicare il db in locale prevedendo un sistema di sincronizzazione
bidirezionale.

è chiaro che se questo sistema incide massivamente sui medesimi dati la
cosa non è un bagno di sangue, ma se la maggior parte delle attività
offline è quella di inserire dati, te la cavi in modo semplice. E' chiaro
che la gestione dei conflitti va implementata con attenzione.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/46a52de2/attachment.html>
unknown
2012-06-27 09:37:52 UTC
Permalink
Il giorno 27 giugno 2012 11:24, Simone Federici <s.federici a gmail.com> ha
Post by unknown
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Post by unknown
Ecco, sul fatto di lavorare offline ti confesso che non ci ho mai creduto.
Mi spiego: se lavorare significa accedere ad un database (e per me che
vivo di gestionali è un assioma) non è che una copia locale mi serva
molto. Ma forse ho una visione non abbastanza ampia del problema...
Immagina lo scenario dove operatori "mobili" segnalano alcune cose,
non sempre sono "online", non solo potrebbero essere offline di loro
spontanea volontà, ma magari si trovano in alcune zone non coperte.
Non conoscendo nel dettaglio il software, non è la prima volta che vengono
create delle copie locali che si sincronizzano quando c'è la possibilità di
farlo (sia essa manuale e/o automatica). Certo vanno distinti gli ambiti,
perché se parliamo di "oggetti" come note od appunti (penso ad Evernote per
fare un esempio) non vedo un solo problema, ma dover scaricare delle
quantità da un ipotetica disponibilità camere, per restare in un ambito a
me noto, altro che bagno di sangue siamo diventati il quarto fratello del
Diablo.

Cya
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/e6e1eac2/attachment-0001.html>
unknown
2012-06-27 09:49:37 UTC
Permalink
Post by unknown
fare un esempio) non vedo un solo problema, ma dover scaricare delle
quantità da un ipotetica disponibilità camere, per restare in un ambito a me
noto, altro che bagno di sangue siamo diventati il quarto fratello del
Diablo.
Concordo. Anche perche' se ho bisogno di un data storage locale (da
syncronizzare) su PC o Tablet preferisco appunto usare il gia' citato
kivy per fare una applicazione che possa usare una source (db, file
json/xml, quelchepiuvipiace) locale da rendere sync con il data
storage centrale quando possibile (connettivita', e qui in italia il
piatto piange spesso).

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-27 10:09:39 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
2012/6/27 Giovanni Porcari <giovanni.porcari a softwell.it>
Come modestissima osservazione vorrei aggiungere che nel 2012 un'alternativa
possibile in un grandissimo numero di casi è un'interfaccia web.
Ovvero ti scrivi il codice lato server e per l'interfaccia utilizzi
html5.
Il vantaggio è che ti trovi la multiutenza da subito e impari
tecniche spendibili anche al di fuori di un ambito python.
Ottima osservazione!
Non dimenticando inoltre che l'HTML5 permette anche di funzionare in offline,
quindi staccato dal web.
Ciao.
Marco.
P.S. Con un (bel) po' di attenzione da prestare all'application cache e
http://www.alistapart.com/articles/application-cache-is-a-douchebag/
Ecco, sul fatto di lavorare offline ti confesso che non ci ho mai creduto.
Mi spiego: se lavorare significa accedere ad un database (e per me che
vivo di gestionali è un assioma) non è che una copia locale mi serva
molto. Ma forse ho una visione non abbastanza ampia del problema...
G
Ci sono alcune situazioni in cui l'offline è necessario o parte della soluzione.
Nel link sopra vengono citati wikipedia e google docs, io posso aggiungere la
raccolta di dati in generale: survey, report, cataloghi e ordini. Chiaramente ad
un certo punto la connessione per potersi sincronizzazione con il DB ci vuole.

Queste applicazioni sono tipicamente implementate usando applicazioni native ma
oggi si riesce (con qualche difficoltà) ad implementarle come webapp.
--
Riccardo Lemmi
unknown
2012-06-27 10:20:59 UTC
Permalink
Post by unknown
Queste applicazioni sono tipicamente implementate usando applicazioni native ma
oggi si riesce (con qualche difficoltà) ad implementarle come webapp.
Al momento attuale, salvo non esistano tecniche di cui non sono ancora
a conoscenza, cosa possibilissima, mi sembra che siano ancora non
abbastanza affidabili. Se mi si cancella un catalogo pazienza, se mi
si cancellano ordini non acora inviati magari mi incavolo un attimo se
sono un agente di vendita.

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-27 10:28:05 UTC
Permalink
2012/6/27 Carlos Catucci <carlos.catucci a gmail.com>
Post by unknown
Post by unknown
Queste applicazioni sono tipicamente implementate usando applicazioni
native ma
Post by unknown
oggi si riesce (con qualche difficoltà) ad implementarle come webapp.
Al momento attuale, salvo non esistano tecniche di cui non sono ancora
a conoscenza, cosa possibilissima, mi sembra che siano ancora non
abbastanza affidabili. Se mi si cancella un catalogo pazienza, se mi
si cancellano ordini non acora inviati magari mi incavolo un attimo se
sono un agente di vendita.
La nostra applicazione è in produzione da un annetto e, visto che gli
agenti del nostro cliente sono pagati a provvigioni, posso essere
ragionevolmente certo che non si siano persi ordini :-)

Ciao.
Marco.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120627/58683956/attachment.html>
unknown
2012-06-27 10:37:19 UTC
Permalink
La nostra applicazione è in produzione da un annetto e, visto che gli agenti
del nostro cliente sono pagati a provvigioni, posso essere ragionevolmente
certo che non si siano persi ordini :-)
E' la tua benefica influenza che fa si che tutto funzioni, imoni le
mani sui device e questi funzionano :)

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-27 10:49:16 UTC
Permalink
Post by unknown
2012/6/27 Carlos Catucci <carlos.catucci a gmail.com>
Post by unknown
Post by unknown
Queste applicazioni sono tipicamente implementate usando applicazioni
native ma
Post by unknown
oggi si riesce (con qualche difficoltà) ad implementarle come webapp.
Al momento attuale, salvo non esistano tecniche di cui non sono ancora
a conoscenza, cosa possibilissima, mi sembra che siano ancora non
abbastanza affidabili. Se mi si cancella un catalogo pazienza, se mi
si cancellano ordini non acora inviati magari mi incavolo un attimo se
sono un agente di vendita.
La nostra applicazione è in produzione da un annetto e, visto che gli
agenti del nostro cliente sono pagati a provvigioni, posso essere
ragionevolmente certo che non si siano persi ordini :-)
Ciao.
Marco.
Concordo, webapp simile stessa esperienza: devi esplicitamente cancellare la
cache per perdere i dati. Semmai i problemi stanno nelle difficoltà di capire
quando sei online e gestire eventuali problemi di connessione, in modo da non
cancellare cose che non sono già state effettivamente inviate al server... e
qui il javascript e le sue implementazioni non sono molto di aiuto :)
--
Riccardo Lemmi
unknown
2012-06-27 10:54:44 UTC
Permalink
Post by unknown
Concordo, webapp simile stessa esperienza: devi esplicitamente cancellare la
cache per perdere i dati.
Non sottovalutiamo pero' i nostri cari ed affezionati utenti, che se
possono fare danni non ci pensano su un attimo.
Post by unknown
Semmai i problemi stanno nelle difficoltà di capire
quando sei online
In effetti pingare ogni tot secondi per vedere se il server risponde
non lo trovo il sistema piu' efficiente possibile.
Post by unknown
e gestire eventuali problemi di connessione, in modo da non
cancellare cose che non sono già state effettivamente inviate al server...
Questo gia' piu' lineare, una serie di appositi flag e conferme
esplicite (ti mando dati e quando hai finito mi rimandi i checksum
degli stessi, ad esempio) sono di aiuto. Ribadisco il problema dei
Blob pero'. Sopratutto su certi device non e' possibile salvare su
disco i dati per potr fare un accesso locale. Per cui le immagini
possono essere fastidiose.

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-27 11:07:20 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Concordo, webapp simile stessa esperienza: devi esplicitamente cancellare la
cache per perdere i dati.
Non sottovalutiamo pero' i nostri cari ed affezionati utenti, che se
possono fare danni non ci pensano su un attimo.
Post by unknown
Semmai i problemi stanno nelle difficoltà di capire
quando sei online
In effetti pingare ogni tot secondi per vedere se il server risponde
non lo trovo il sistema piu' efficiente possibile.
Post by unknown
e gestire eventuali problemi di connessione, in modo da non
cancellare cose che non sono già state effettivamente inviate al server...
Questo gia' piu' lineare, una serie di appositi flag e conferme
esplicite (ti mando dati e quando hai finito mi rimandi i checksum
degli stessi, ad esempio) sono di aiuto. Ribadisco il problema dei
Blob pero'. Sopratutto su certi device non e' possibile salvare su
disco i dati per potr fare un accesso locale. Per cui le immagini
possono essere fastidiose.
Carlos
Aspettando che File API & CO siano implementate decentemente su tutti i browser
si può sempre barare usando phonegap sulle piattaforme 'mobili'
--
Riccardo Lemmi
unknown
2012-06-27 11:15:35 UTC
Permalink
Post by unknown
Aspettando che File API & CO siano implementate decentemente su tutti i browser
si può sempre barare usando phonegap sulle piattaforme 'mobili'
Si anche quella e' una strada. Qualcuno ha esperienze in merito da condividere?

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-27 13:42:30 UTC
Permalink
Post by unknown
Post by unknown
Aspettando che File API & CO siano implementate decentemente su tutti i
browser si può sempre barare usando phonegap sulle piattaforme 'mobili'
Si anche quella e' una strada. Qualcuno ha esperienze in merito da condividere?
Carlos
Stiamo andando un po' OT comunque....

Phonegap copre gli standard html5 dove il browser widget della piattaforma
target è mancante rendendo quindi omogeneo lo sviluppo multi-piattaforma. Le
cose che fa le fa bene, i limiti non sono di phonegap ma delle applicazioni
web: accellerazione 2D/3D, suono e nel caso delle gesture non sempre le
risposte sono fluide (dipende molto dalla libreria utilizzata).

Il ciclo sviluppo/rilascio su ios è un delirio ma vale anche per le app native,
per questo motivo preferirei avere una vera webapp.
--
Riccardo Lemmi
unknown
2012-06-27 09:45:57 UTC
Permalink
Post by unknown
P.S. Con un (bel) po' di attenzione da prestare all'application cache e
quant'altro: http://www.alistapart.com/articles/application-cache-is-a-douchebag/
Ma taaanta, visto che ha dei limiti di memoria non modificabili (che
io sappia almeno) e una volta che la ha riempita inizia a
sovrascrivere i dati piu' vecchi.
Al limite piu' affidabile (se non servono blob vari) il data storage
con sqlite emedded che quasi tutti i browser offrono. Ma pure li io
andrei con i piedini di piombo.

Carlos
--
If you have no voice, SCREAM! If you have no legs, RUN! If you have no
hope, INVENT!
unknown
2012-06-26 21:12:37 UTC
Permalink
Post by unknown
sono nuovo e sto' cercando di imparare Python provengo da visual basic ed
ero abituato quindi a sviluppare software ad interfaccia grafica.
Con python sto' avendo un sacco di problemi ho bisogno di creare un
programa ad interfaccia grafica multi piattaforma.
esiste un libro semplicissimo che spiega passo per passo la programmazione
di python fino alla compilazione e all' utilizzo di interfacce grafiche?
esistano dei ritrovi per corsi di presentazione in
I tempi sono un po' diversi, ma anche io ho fatto un percorso simile al
tuo, iniziando da VB, per poi cambiare radicalmente direzione.

All'inizio mi affannai nella ricerca un qualcosa di simile all'IDE di VB
per creare delle interfacce e/o software, che forse più che IDE sarebbe
meglio definire RAD se vogliamo giocare con gli acronimi. Dopo aver
incontrato Python dopo un po' scelsi di usare wxPython anche per via di una
precedente esperienza fatta con le madri delle wx, le wxWindows, ma smisi
di cercare un RAD o un IDE che dir si voglia (anche perché fare dei
paragoni di due mondi così diversi non ha senso) e cominciai ad apprezzare
tanto lo schermo nero.

Certo potrei suggerire di usare BOA constructor (
http://boa-constructor.sourceforge.net) o wxGlade (
http://wxglade.sourceforge.net/), ma credo che ti farei un dispetto, perché
finché non impari gli elementi basilari della libreria che sceglierai,
questi software potrebbero addirittura crearti confusione.

Il mio personale consiglio, che ho ricevuto molti anni fa ed ho apprezzato
tanto in seguito (anche perché arrivò da un genio assoluto), è quello di
iniziare a studiare gli elementi base della libreria che sceglierai e di
iniziare a scrivere a manina il tuo codice. La soddisfazione che ne
proverai sarà immensa, almeno per me lo è stato.

Ciao e buon lavoro.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120626/3745f2a4/attachment.html>
unknown
2012-07-07 09:12:39 UTC
Permalink
ciao Alex,
non ti stare a crare problemi. Buttati dentro... e se cisei dentro i dettagli li bypassi in un attimo.
Ciao
py.Re



________________________________
Da: ALEX <alexgiova1 a yahoo.it>
A: "python a lists.python.it" <python a lists.python.it>
Inviato: Martedì 26 Giugno 2012 17:04
Oggetto: [Python] richiesta di info su python


Ciao a tutti sono Alessandro,
sono nuovo e sto' cercando di imparare Python provengo da visual basic ed ero abituato quindi a sviluppare software ad interfaccia grafica.
Con python sto' avendo un sacco di problemi ho bisogno di creare un programa ad interfaccia grafica multi piattaforma.
esiste un libro semplicissimo che spiega passo per passo la programmazione di python fino alla compilazione e all' utilizzo di interfacce grafiche? esistano dei ritrovi per corsi di presentazione in Toscana?
vi ringrazio per il vostro aiuto by Alex


_______________________________________________
Python mailing list
Python a lists.python.it
http://lists.python.it/mailman/listinfo/python
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.python.it/pipermail/python/attachments/20120707/a50bda1e/attachment.html>
Continue reading on narkive:
Loading...